Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Proseguendo nella navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie eventualmente di terze parti. Per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere l'informativa estesa.

APERTO TUTTI I GIORNI DALLE 9.00 ALLE 21.00
TERZO LIVELLO: LUNEDI' > GIOVEDI': 11.00 / 00.00 • VENERDI': 11.00 / 01.00 • SABATO: 10.00 / 02.00 • DOMENICA: 10.00 / 00.00

/ BLOG /

VIVI VERONA

Il blog pensato per darvi suggerimenti e itinerari per vivere al meglio Verona e la sua provincia.
Buon divertimento!

23-02-2017
CULTURA
NATI A VERONA: Gaio Valerio Catullo
Per la serie NATI A VERONA oggi ricordiamo il celebre poeta latino Gaio Valerio Catullo. Il suo poema più famoso è sicuramente Odi et amo.
 
“Odi et amo. Quare id faciam, fortasse requiris. Nescio, sed fieri sentio et excrucior”. (Odio e amo. Per quale motivo io lo faccia, forse ti chiederai. Non lo so, ma sento che accade, e mi tormento).

Gaio Valerio Catullo nasceva a Verona nel lontano 84 A.C. Figlio di una famiglia agiata, che possedeva una magnifica villa a Sirmione, entra a far parte del circolo letterario romano dei neoteroi. Innamoratosi di Clodia, ne canta le virtù in molti poemi, ma la relazione sarà sempre tormentata.
 
Catullo inizia così a viaggiare. In Asia viene a contatto con molti intellettuali d'Oriente, come alcuni dei suoi migliori poemi grazie alle nuove fonti di ispirazione. Sembra che uno di questi viaggi lo faccia ammalare. Attorno al 56 A.C. torna a Sirmione, dove rimane sino alla sua morte, datata attorno al 54 A.C. ad appena trent’anni!